Crea sito

Gemma Sammartano

Opera candidata al concorso 9" Yin Yang

Armonie a contrasto

2020

acrilico e resina su legno

cm 25x25


Introduco in quest’opera il concetto di armonia vista da una prospettiva diversa.
Un’armonia che confluisce in un mix di nuance fluo e che si manifesta nel complesso per creare un unione di più elementi espressivi, sfociando in un effetto piacevole di concordanza tra le distinte parti. Dando un senso di equilibrio e di stabilità,nonostante l’ armonia che si crea derivi da un 
forte accostamento con i contrasti del bianco con il nero. Due colori che simboleggiando il tutto e il
niente,la vita e la morte,la positività e la negatività,l’ energia e l’apatia,il benessere e il malessere.Due opposti che si uniscono,che si completano a vicenda,confluendo tra di loro, creando un connubio,un senso di ordine ed equilibrio con le varie parti. Dando a tutto ciò un senso di compattezza,abbiamo dunque bisogno del “bianco e del nero” per essere completi.

Gemma Sammartano

Biografia

Nasce a Erice,in provincia di Trapani in Sicilia,il 9 luglio 1991.

Siciliana nel cuore e nel sangue,da piccola mostra una predisposizione per il mondo artistico e per ciò che si può inventare dal nulla usando qualsiasi tipo di materiale. Dotata di estro creativo,ha sempre disegnato,inventato,dipinto,sostenendo che è nata per seguire la strada artistica e farne una professione. Vive a Marsala,lì nasce l’ amore per l’ arte,lì sfrutta e plasma tutti gli elementi che ha la sua terra:colori splendenti,sapori avvolgenti,odori intensi. Per lei l’ arte è l’ unica cosa che l’ ha sempre fatta sentire viva,che usa come unica valvola di sfogo; in un certo senso l’arte l’ha proprio salvata in momenti duri della sua vita. Possiamo dire che deve tutto all’ arte. Dipinge da autodidatta,ma grazie alla sua innata curiosità e alla sete di conoscenza che la contraddistingue,ha ottenuto buoni risultati. Nell’ adolescenza si appassiona ad un’altra forma d’ arte: la moda. Studia taglio e confezione sartoriale e farà l’ apprendista presso un laboratorio artigianale di abbigliamento. Avendo imparato le nozioni per la creazione di modelli e abiti,decide che farà l’ artista a 360°,unirà la pittura alla moda. Sostenendo questa frase: “L’ Arte nella Moda,la Moda nell’ Arte”. Nel 2018 riprende gli studi all’ Accademia di Belle Arti Kandinskij di trapani ed attualmente studia pittura all’ Accademia di Palermo. Essendo un artista emergente,vuole imparare nuove tecniche e conoscere vari stili per accrescere e definire il proprio.

Uno stile particolare,personale,trasgressivo,con un alone di malinconia(contraddistinto dal nero,presente in quasi tutte le sue opere). Questo stile originale,nasce da una passione per l’ arte astratta informale,contemporanea. Si ispira ad artisti come: Pollock e Kandinsky,che l’ affascinano da bambina. Si appassiona anche alla scultura e alle tecniche  plastiche contemporanee,dopo essere stata conquistata dalle opere eccezionali dell’artista realizzatrice di plastici,Niki de Saint Phalle. Nasce in lei un sogno: creare un connubio tra pittura,moda e scultura per arrivare ad un tipo d’ Arte diversa,stimolante e un po’ rivoluzionaria. È sempre alla ricerca di materiali e tecniche innovative per le sue creazioni. Usa ciò che l’ istinto le suggerisce: stoffe,vetro,cemento,fili di ferro,oggetti vari,che modella seguendo la sua vena artistica,creando un’opera innovativa. La personale ricerca di uno stile più eclettico,estroverso ed espressivo è in costante evoluzione. Attualmente studia per potenziare le sue conoscenze nella pittura,nella moda e nella scultura per poter un giorno,plasmarle,reinterpretarle e usarle per comunicare al mondo qualcosa di unico e trasmettere quello che lei,come artista,sente nel profondo della sua anima: emozioni belle e brutte,gioia,serenità,benessere,sofferenza e turbamento. Vuole donare al mondo un pezzetto di sé stessa.

Nel 2019/2020,ha partecipato come finalista ad alcuni concorsi e ad alcune mostre:

-mostra a Bagheria “Gran Galà dell’ Arte” settembre 2019

-mostra a Palazzo Zenobio,Biennale di Venezia settembre-ottobre 2019

-mostra a Palazzo Zenobio,novembre 2019