Crea sito

Antonio Miralli

Opera candidata al concorso Posta dell'Arte 2020

Un dipinto dalle stelle

2020
Acquerello e
foglia d’oro su carta
cm 10x15


Cartoline sinonimo di viaggio, quale occasione migliore se non mandare dei saluti dallo spazio…
E perché non immagginare di dipingere tra le stelle?

Opera candidata al concorso 9" Yin Yang

Antitesi

2020

Tecnica mista su carta

cm 23x23

“Poli opposti dello stesso Universo.
Luce ed Ombra in
contrapposizione con la stessa
energia, che reciprocamente
completano la dualità della vita”.

“Modulo primordiale”

installazione completa 750€ + spedizione

Misure ambiente

elemento giallo 150€ + spedizione Misure 18,7x18,7 cm

elemento rosso 250€ + spedizione Misure 33x44,5 cm

composizione blu 350€ + spedizione Misure 46x99,5 cm

 

2020

Pietra serena, pigmento puro, acrilico bianco su legno

“Evoluzione Modulare”
Pietra legno e pigmento, moduli primordiali che hanno dato forma e vita
all’arte. Tramutandosi con una cromatica leggerezza in segmenti di
figure geometriche effimere, che danzano nella luce dello spazio
cromatico.

Antonio Miralli - Modulo primordiale

Modulo Primordiale (elemento giallo)

150€ + spedizione

2020

Pietra serena, pigmento giallo.

Misure 18,7x18,7 cm

Modulo Primordiale (elemento rosso)

Modulo Primordiale (elemento rosso)

250€ + spedizione

2020

Pietra serena, pigmento rosso, legno

Misure 33x44,5 cm

Modulo primordiale blu

Modulo Primordiale (composizione blu)

350€ + spedizione

2020

Pietra serena, pigmento blu, legno

Misure 46x99,5 cm

 

Modulo: la mia idea…

Linee curve e punti danno vita a segni che a loro volta si trasformano in
messaggi, che possono essere visivi, sonori e tattili, essi vengono usati
frequentemente, in quanto immediati e mezzo di comunicazione anche
tra persone di lingua diversa.
La mia idea è quella di partire da segni che ritengo siano universali ed
ancestrali, il punto e la linea.
Da tali segni l’uomo ha dato origine alla propria evoluzione, basti
pensare alle prime pitture rupestri.
Da quei segni arcaici e primitivi siamo giunti a complesse figure
artistiche, architettoniche, musicali e ingegneristiche.
Il mio lavoro si basa sulla costruzione di semplici e basilari figure
geometriche che nascono proprio dal movimento delle linee e dei punti.
Unendo due punti con una retta avremo un segmento, una linea.
Unendo più linee avremo una figura.
Ho realizzato i miei lavori muovendomi e “giocando” con la linea in
movimento nello spazio, con fantasia, cercando di trovare un armonia.

Opera candidata al concorso 9" Margini

Utopia del margine

350€ + spedizione

2019

Tecnica mista: acquerello e china su carta, fil di ferro

cm 23x23

Testo a supporto dell'opera

Barriere ,confini, obiettivi e margini sinonimi concreti nella realtà tangibile,

hanno spinto l'uomo e me stesso a superarli, oltrepassarli.

La vera libertà é il superamento del margine che è dentro noi e dentro la nostra mente.

Lì non esiste margine non esiste limite alla fantasia e alla creatività.

Cosi come il colore oltrepassa il passepartout a sua volta l’uomo supera la bidimensionalità del foglio e varca il margine della cornice per inseguire la libertà. Libertà di conoscere, imparare, amare e vivere.

Antonio Miralli

Biografia

Antonio Miralli

Nasce a Viterbo il 12/07/1978.
Segue un percorso didattico estraneo al mondo dell’arte, anche se
fin da bambino ha sempre avuto il bisogno di disegnare.
Si è laureato in tecniche di Riabilitazione Psichiatrica presso
l'Università "la Sapienza" di Roma nel 2006.
La spinta verso l'espressione pittorica non è mai mancata, ha
sempre avvertito quel bisogno quasi impellente di liberarsi dai
contenuti emotivi producendo opere astratte dalla forte impronta
cromatica, a tratti viscerale. Ha lavorato come tecnico della
riabilitazione psichiatrica in varie strutture, dove è entrato in
contatto con persone che ogni giorno affrontavano un forte disagio
psichico.
Contemporaneamente ha frequentato laboratori di arte terapia ,
entrando in contatto con il piacere della piena espressione dei più
remoti angoli della propria personalità, sperimentando anche
materiali quali l’argilla, la plastilina e il gesso.
Ha esposto le proprie opere in alcuni paesi del viterbese,
partecipando alla mostra di arte contemporanea tenutasi a
Vitorchiano , organizzata dall'associazione “Marzio 58 “nel 2013.
Nel 2019 partecipa al concorso “9Margini” promosso da Studio Lab
138 Pavona di Castel Gandolfo (RM).
Nel frattempo la sua produzione artistica non si è mai fermata, e
tantomeno la sua creatività, ma si è trasformata in una ricerca più
approfondita del colore e della tecnica che lo hanno motivato a
frequentare a Roma alcuni corsi di disegno base e disegno dal
vero.
Attualmente vive e lavora tra Viterbo e Roma, occupandosi a
domicilio di persone con problematiche psichiatriche.
Nel tempo libero si dedica alla sua passione, la pittura.